Olio di cumino nero

I benefici della nigella sativa

30.5.2019 | 08:01

L’olio di cumino nero viene estratto dai semi della Nigella sativa, una pianta originaria dell’Asia sud-occidentale (comunemente chiamata cumino nero). Vanta vari nomi come olio di petrolio o kalonji ma comunque vogliamo chiamarlo, l’olio di nigella sativa è un olio di color ambra molto diffuso. Viene utilizzato anche in cucina e si dice che offra una serie di benefici per la salute. Uno dei componenti chiave dell’olio nero è il thymoquinone, un composto con proprietà antiossidanti.

Quando usare l’olio di cumino nero

L’olio di nigella sativa si utilizza per una serie di disturbi:

  • disturbi digestivi,
  • ipertensione arteriosa,
  • artrite reumatoide,
  • asma,
  • diabete,
  • mal di testa,
  • ipertensione.

Inoltre, si dice che questo particolare olio sia in grado di rafforzare il sistema immunitario, riduca le ‘infiammazioni e combatta le infezioni. L’olio è usato localmente per problemi di pelle e capelli, come acne, capelli secchi, psoriasi, ricrescita dei capelli e pelle secca.

I semi leggermente amari sono usati come condimento o spezia nella cucina mediorientale e indiana e sono talvolta spruzzati su focacce, pane o bagel.

Benefici della nigella sativa

Olio di cumino nero

Tra i vari studi disponibili sull’uso dell’olio di cumino nero per la cura e il benessere della persona, vogliamo evidenziare alcuni disturbi per il quale è risultato particolarmente efficace.

Artrite reumatoide

L’olio di cumino nero può essere di aiuto nel trattamento dell’artrite reumatoide, secondo un piccolo studio pubblicato su Immunological Investigations nel 2016. In questo studio, un campione di 43 donne con artrite reumatoide lieve-moderata hanno assunto olio di semi neri o capsule di cumino ogni giorno per un mese.

No comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*


Wordpress website enhanced by true google 404